No, grazie

MODUS CREANDI

domenica, luglio 09, 2006

L'esorcismo di Emily Rose: prove tecniche di destabilizzazione mediatica

Titolo: The Exorcism of Emily Rose

Regia: Scott Derrickson Sceneggiatura: Scott Derrickson, Paul Harris Boardman

Fotografia: Tom Stern

Interpreti: Laura Linney, Tom Wilkinson, Campbell Scott, Colm Feore, Jennifer Carpenter, Mary Beth Hurt, Henry Czerny, Shohreh Aghdashloo, JR Bourne, Joshua Close, Aaron Douglas, Duncan Frazer, Lorena Gale, Taylor Hill, Chelah Horsdal, Katie Keating, Darrin Maharaj, Marilyn Norry, Marsha Regis, Liduina Vanderspek, Andrew Wheeler, Arnold Cheng

Nazionalità: USA, 2005

Durata: 1h. 59'

Il film (grande successo ai botteghini americani), tratto da una storia vera, racconta la storia di un esorcismo fallito. Triangolazione perfetta di personaggi: il prete , l’avvocatessa e la posseduta; paradigma di fede, razionalità scettica e dubbio mistico (schizofrenia o possessione). Emily è a metà strada degli altri due personaggi. "I demoni esistono, sia che voi ci crediate o non ci crediate" è l’affermazione del prete per dissipare il dubbio.
Il film è presentato come un legal horror in cui l’avvocatessa agnostica, per far assolvere il sacerdote che difende dall’accusa di omicidio, deve sostenere la tesi della possessione e lo farà servendosi di motivazioni - non religiose o spirituali ma - antropologiche.

E fin qui nulla di “strano” per una impostazione orrorifica ma …

Ci sono delle banalità e cadute di stile, tipo l’effetto macelleria o l’utilizzo smodato di effetti sonori, che relegano molto spesso il film nella gabbia dello stereotipo… se possibile da evitare.
Eppure si sottolinea la “true story”, allora come mai tutte queste banalità?
Cosa bisogna far “passare” del film tanto da essere camuffato?

Nella versione italiana del film, c'è la sequenza del giardino in cui Emily Rose ha un'apparizione; la ragazza parla con la Madonna che le dice di essere stata scelta per sopportare tutto questo enorme sacrificio in modo da essere un esempio di fede. Rafforzamento della fede con il sacrificio di tenersi il diavolo dentro e farsi distruggere la carne fino alla morte. Un sacrificio, anzi la scelta del sacrificio.
Nella versione americana del film, che si può vedere nei contenuti extra del dvd di Emily Rose, la stessa apparizione ha un altro protagonista: Gesù. E' Gesù che parla a Emily e le chiede il sacrificio che lei accetta senza ripensamenti.

Perchè questo cambiamento nella traduzione italiana... eppure nella nebbia s'intuisce la figura di Gesù.. è un uomo nella nebbia non una donna.

In Italia allora certi messaggi destabilizzanti non devono passare attraverso la voce di Gesù.
Capiamo allora il perchè della destabilizzazione

  1. Nell'aria internazionale si respira una sorta di tentativo di destituzione del potere della chiesa cattolica
  2. Iniziamo con i film, con i libri e con le scoperte archeologiche... tutti pieni di coincidenze.
  3. Emily Rose, Il codice da vinci, Il vangelo di Giuda etc.

La figura sacra chiede continuamente sacrifici, che non si capisce bene a cosa portino... una fede rinnovata perchè ti tieni il diavolo dentro? Una richiesta di tradimento per avvalorare l'idea del mito? Tutto a scopo e interesse del matenimento del potere subdolo della Chiesa. Una Chiesa falsa basata su sacralità ingegnosamente costruite.

Se tutto questo passa nei messaggi mediatici è davvero molto grave. Il vuoto della religione è perdità di stabilità a vantaggio di brutalità e istinto puro. E' in questa condizione che si insinua il telecomando e la guida psichica del nuovo potere. Del nuovo ordine mondiale sterile e decisamente involutivo.

Attenzione la scena del giardino è la stessa della locandina del film: scena chiave.

2 Comments:

  • At lunedì, luglio 10, 2006 12:24:00 AM, Anonymous merda d'artista said…

    Io, l'ormai mitico merda d'artista, ho una soluzione anche per questo: andate all'ipermercato e compratevi una confezione di scatolette firmate Piero Manzoni... Un po' come gli spinaci per Braccio di Ferro, il loro contenuto (che va mangiato rigorosamente col naso tappato) vi farà sentire più forti, più decisi e potrete così più che tranquillamente affrontare il vuoto spirituale, la destabilizzazione, la crisi dell'uomo contemporaneo, ecc.
    Poi,una volta che avrete digerito la leccornia sottovuoto che vi ho consigliato, ed una volta che l'avrete anche espulsa (non sarà cambiata di molto...), tornate pure a guardare la televisione ed il mondo vi apparirà certamente migliore e perfino una vittoria ai mondiali vi sembrerà più gratificante del rovesciamento di una dittatura!

     
  • At lunedì, luglio 10, 2006 11:44:00 PM, Anonymous Maurizio said…

    incredibile ma vero! Ho visto anch'io questo film ...

     

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home