No, grazie

MODUS CREANDI

martedì, luglio 04, 2006

Se George Orwell fosse vivo

"Se George Orwell fosse vivo rimarrebbe affascinato dalla varietà di situazioni in cui, al giorno d'oggi, vengono utilizzate tecniche di manipolazione del pensiero e di "cattura della mente". Il suo genio si focalizzò su come il linguaggio, e non la forza fisica, poteva essere usato per manipolare la mente. In realtà nelle scienze comportamentali esistono evidenze sempre crescenti che dimostrano che un Grande Fratello sorridente ha più potere di influenzare il pensiero e la capacità decisionale di una persona visibilmente minacciosa. Come dicono le ultime parole del profetico libro di Orwell, "Egli amava il Grande Fratello".
Tratto da "Il mito del "Non io": Orwell e la Mente" di Margaret T. Singer, Professore Emerito Aggiunto, Facoltà di Psicologia - University of California, Berkeley

1 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home